+39 06/3729714  +39 3356754858  info@performasrl.it    info@biobaricaitalia.com

UTILIZZO DELL’OSSIGENAZIONE IPERBARICA PER ANEMIE DOVUTE A PERDITA DI SANGUE ACUTA

UTILIZZO DELL’OSSIGENAZIONE IPERBARICA PER ANEMIE DOVUTE A PERDITA DI SANGUE ACUTA

UTILIZZO DELL’OSSIGENAZIONE IPERBARICA PER ANEMIE DOVUTE A PERDITA DI SANGUE ACUTA

La prima volta che l’HBOT è stato usato come terapia aggiuntiva nel trattamento dell’anemia dovuta alla perdita di sangue acuta è stato nel 1974 dal Dr. Hart. Tuttavia, dagli anni ’60 era stato usato per il collasso vascolare con risultati molto promettenti. Quando un paziente perde una quantità sufficiente di sangue può compromettere l’adeguata distribuzione dell’ossigeno nei tessuti e la sopravvivenza del paziente, a meno che il volume circolante non venga ripristinato e la capacità di soddisfare i requisiti locali e di ossigeno sistemico. Ci sono condizioni mediche (incompatibilità di gruppo, anemia emolitica autoimmune idiopatica, epatite e HIV) e religiose (Testimoni di Geova) che possono ritardare o impedire la restituzione di sangue o suoi derivati ​​in alcuni pazienti. Grandi progressi sono stati fatti nei sostituti del sangue (fluorocarburo), anche se non è stato possibile sviluppare un sostituto del sangue ideale e ha ancora alcune carenze nel suo uso, tossicità, vita breve e interferenze con il sistema immunitario. L’HBOT è un trattamento aggiuntivo a breve termine efficace per il trattamento di pazienti con anemia acuta dovuta a perdita di sangue. Sfortunatamente, il paziente non può essere sottoposto indefinitamente all’ossigenazione iperbarica, poiché può sviluppare tossicità da ossigeno polmonare. Tuttavia, l’esposizione intermittente all’HBOT di questi pazienti aiuta a mantenere la vitalità degli organi (cervello, cuore, ecc.) E dei pazienti stessi, fino a quando il midollo produce una quantità di Hb sufficiente a mantenere i requisiti di base dell’ossigenazione. L’ossigenazione iperbarica è indicata nella gestione di questa patologia nelle seguenti condizioni:

Pazienti che non hanno disponibilità immediata di un gruppo

Pazienti che per motivi religiosi non accettano trasfusioni di sangue o loro derivati

Quando il paziente ha una pressione arteriosa sistolica inferiore a 90 mmHg e richiede l’uso di vasopressori per mantenere la pressione arteriosa media

Quando c’è un’alterazione dello stato mentale e / o del coma

Con i dati dell’ischemia miocardica nell’ECG

Con dati di ischemia intestinale e / o epatica

Quando ci sono dati di grave acidosi lattica.

Il protocollo utilizzato per la gestione dell’anemia dovuta alla perdita di sangue acuta deve includere il supporto vitale del paziente, la gestione medica e chirurgica, a seconda dei casi. L’ossigenazione iperbarica viene interrotta quando il paziente non presenta più dati di insufficienza respiratoria moderata, quando l’emoglobina raggiunge i livelli di 6-8 g / dl, l’ematocrito è circa il 22,9% e la conta dei reticolociti è dell’8,2%. La crescente esperienza nella gestione di questi pazienti ha dimostrato che la sopravvivenza dipende dalla fretta con cui sono iniziate le manovre rianimatorie e dal trattamento con HBO. Nelle emorragie di IV classe è stata raggiunta una sopravvivenza del 70%; tuttavia, quando i pazienti vengono indirizzati in modo tempestivo, la mortalità è inferiore al 5%. L’applicazione dell’ossigenazione iperbarica, se eseguita precocemente in combinazione con altri trattamenti, riduce la morbilità e la mortalità, la degenza ospedaliera, la necessità di un intervento chirurgico e le sue complicanze, riduce il numero di amputazioni e il costo totale dell’assistenza medica. L’ossigenazione iperbarica è un trattamento che può salvare i pazienti con anemia a causa di una perdita di sangue acuta in cui il volume del sangue non può essere ripristinato a causa di circostanze mediche o religiose. Il suo vantaggio in termini di costi in questi pazienti è molto alto.

Continuando la navigazione in questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Approfondisci

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Chiudi